Sergio Zampetti

 

Il leggendario flautista Sir James Galway ha scritto di lui: “E’ un ottimo esecutore e musicista. Ho davvero apprezzato il suo modo di suonare e le sue composizioni. Ho una grande ammirazione per tutte le sue incisioni". Gian-Luca Petrucci, uno dei più autorevoli critici del mondo flautistico internazionale, nonché ammirato interprete, così si è espresso: “Bel suono, bel fraseggio, eguaglianza di sonorità nei diversi registri, pensiero musicale al centro dell'interpretazione. Sergio  non cede al virtuosismo di facciata, ma scolpisce l'idea musicale nel reale segno del "Virtuosismo". Ovvero un'esecuzione che contempli tutti gli elementi del suono al servizio di un'idea musicale e alla costruzione di un insieme.
Un modo di suonare che si ascolta sempre più raramente e di cui bisogna essere custodi gelosi.”E’ stato invitato come solista  in importanti Teatri e Sale da concerto: Carnegie Hall – Weill Recital Hall a New York, Teatro Monplaisir di Lyon, Teatro di Strasburgo, Komaba Eminence Hall e Bunka Kaikan di Tokyo, Teatro Nazionale del Cairo, Teatro dell’Università di Ankara, Teatro di Izmir, Auditorium della Radio di Lugano,  Sala Verdi del Conservatorio di Milano, Teatro Valli di Reggio Emilia, Teatro Fraschini di Pavia, Teatro Donizetti di Bergamo, Teatro Sociale di Lecco, Teatro Comunale di Todi.Si è esibito accompagnato dai Salzburger Solisten, dalla   Mariinsky Chamber Orchestra, dalla Cairo Simphony Orchestra,  dall’Orchestra Città di Ravenna, dai Musici Estensi, dall’Orchestra de Nevers, dall’Accademia della Libellula.Si esibisce stabilmente col fratello Claudio col quale costituisce il Duo Zampetti. Al contempo ha collaborato e collabora strettamente con artisti quali: Aldo Ciccolini, Jörg Demus, Luz Leskowitz, Stefano Grondona, Claudia Antonelli, Luigi Verrini ed altri esecutori.Hanno scritto musiche per lui compositori contemporanei tra cui: Boccadoro, Pennesi, Vacca, Vinay,  e Claudio Zampetti. I brani di questi autori sono stati da Sergio incisi in prima esecuzione.La sua intensa attività concertistica lo ha portato a proporsi ripetutamente in   numerosi Paesi quali: Stati Uniti, Austria, Germania, Svizzera, Albania, Giappone, Francia, Malaysia, Turchia, Egitto e Polonia.Dal 1998 ha inciso undici CD per Phoenix, Jecklin e La Bottega Discantica. Tra questi si ricorda “Recital italiano” in duo con  Aldo Ciccolini. Ha effettuato registrazioni  per Rai,  Mediaset, Rtsi, Radio italiana a New York.Nel 2004 ha ideato il progetto “Evviva la musica” che porta la musica classica nelle scuole attraverso concerti divulgativi “rivoluzionari”. Tale progetto è stato realizzato anche per la Rai.E’ stato Direttore artistico di vari  Festival in Italia (Lombardia e Toscana).Nel  2013 e 2014  è stato  in giuria (unico rappresentante italiano) al “Concorso Internazionale di Musica da camera  Mozart Yamaha” di Tokyo.Dal 1995 dirige assieme al fratello Claudio la Scuola di Musica “Il Fabbro Armonioso” a Saronno.Ha conseguito 2 titoli accademici presso il Conservatorio di Como (Flauto e Direzione di coro).Ha studiato con Giusi Mascheretti e  Mauro Scappini. Fondamentale l’incontro con Andrea Griminelli. Preziosa è stata anche una breve ma intensa master-class con Alain Marion.

Thursday the 24th. PointLink. Associazione Flautisti Italiani - Via G. Puccini 2 - 84081 - Baronissi (Acquamela) - SA - Italia - P.I. 06176061213 - Tel. +39 089 9845119

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information